paranoicoadolescentefluorescente:

Non ci sei e allora vado al mare.
Non ci sei e allora scrivo bene.
Non ci sei, ho qualcosa a cui pensare.
Non ci sei, ti prego non tornare.

Mi sono rotto il cazzo degli esperimenti del frequentiamoci ma senza impegno,
stiamo insieme ma non vediamoci che poi ho paura,
anzi vediamoci quanto ci pare ma vediamoci in compagnia.
Mi sono rotto il cazzo dei codardi con l’amore degli altri,
mi sono rotto il cazzo perchè poi non si dorme più,
si sta svegli finchè non muore la speranza,
maledetta stronza che non muore mai mentre io vorrei dormire.
Mi sono rotto il cazzo anche di te,
che per fortuna non ti conosco e forse sei la speranza,
giuro che se ti incontro,
giuro che se ti incontro,
finisce male.
― Lo Stato Sociale (via quantebriciolerestanodietrodinoi)
spesso il male di vivere ho incontrato
l’ho salutato e me ne sono andato
diciamo che non siamo amici ma ci rispettiamo
non è indifferenza ma senso reciproco di presenza
― lo stato sociale-cromosomi (via noreflexallowed)
Oggi è il mio ventiduesimo compleanno.

Mi sento già vecchia.

Telefonami di notte, ti prego svegliami.
Vasco Brondi (via lostsoulsinthedark)
Anonimo: Io fumo per morire.

amoremaireso:

sei-vita:

No, ok, decedo.

Ho sempre preso le distanze tra me e non so chi.
― Alda Merini